Scarpe running uomo: quali scegliere? Una manciata di consigli pratici

La corsa sembra essere lo sport più facile del mondo: può essere praticata da chiunque, ovunque, e l’unica attrezzatura necessaria sono le scarpe. Tuttavia, la scelta del modello giusto può rivelarsi una vera e propria sfida. Quali scarpe running da uomo ti permetteranno di ottenere i migliori risultati senza il rischio di infortuni? Lo scoprirai nella nostra guida.

Quali sono le scarpe migliori per correre? Non esiste un’unica risposta giusta a questa domanda. Tutto dipende dal tipo di piede e dalla superficie sulla quale correrai.

Come scegliere le scarpe da corsa?

Un paio di scarpe scomode sono probabilmente l’ultima cosa che un runner desidera. Pertanto, scegliendo le scarpe da corsa, ricordati sempre che devono essere più larghe (ma non troppo!) di quelle che indossi solitamente. Scopri come misurare la lunghezza del piede e aggiungi circa 0,5-1 cm di margine al risultato. Attenzione però a non esagerare, le scarpe non devono essere né troppo lunghe, né troppo larghe. Anche perché le scarpe troppo larghe possono semplicemente cadere dai piedi, e non è questo che vogliamo.

Su escarpe.it hai 100 giorni per il reso gratuito, per cui puoi ordinare le scarpe da corsa e provarle a casa tua senza preoccuparti di ritrovarti con una calzatura che non ti sta bene! Sai già qual è la taglia migliore per te? Ottimo! Ma non finisce qui…

Su escarpe.it troverai un’ampia gamma di scarpe running professionali da uomo, dotate di tecnologie moderne e soluzioni innovative che ti aiuteranno ad affrontare qualsiasi percorso in modo sicuro e confortevole. Dai un’occhiata all’assortimento di New Balance e sfoglia la vasta scelta di scarpe da corsa leggere, morbide e performanti!

Non solo la taglia è importante

Per scegliere le scarpe da corsa giuste non basta conoscere la taglia, ma anche il tipo di piede, ovvero il modo in cui si muove a contatto con la superficie. Come si fa a verificarlo?

se, mentre fai il passo e sposti il peso del corpo dal tallone alla punta, la caviglia si inclina verso l’esterno e il peso grava sul bordo esterno del piede, significa che hai il piede supinato. Solitamente accompagnato dal collo alto. I supinatori hanno maggiori probabilità di subire lesioni all’articolazione della caviglia e di assorbire meno gli urti durante la corsa, quindi le scarpe ideali per loro sono quelle con una maggiore ammortizzazione nel tallone e una tomaia stabile;

se, appoggiando il piede dal tallone alla punta, la caviglia si inclina verso l’interno e camminando il peso grava sul bordo interno del piede, significa che hai il piede pronato. Spesso collegato al collo basso e piedi piatti. I pronatori sono più facilmente colpiti da lesioni al ginocchio, all’anca e alla colonna vertebrale, perché l’eccessiva pronazione destabilizza la falcata. Se questa caratteristica ti suona familiare, scegli calzature con duri inserti stabilizzanti situati all’interno della scarpa;

se, appoggiando il piede dal tallone alla punta, il peso grava prima sulla sua parte interna e poi si distribuisce uniformemente su tutto il piede, significa che hai il piede neutro. Questo è il movimento più sicuro durante la corsa, in quanto riduce al minimo il rischio di lesioni. I runner con piede neutro possono correre con scarpe per supinatori o con scarpe ad elevata ammortizzazione e suola piuttosto spessa.

Tanta teoria, però come si fa a controllare il tipo di piede nella pratica? Basta guardare le tue scarpe vecchie. Individua la parte più usurata. Un supinatore sfrega e flette la tomaia della scarpa sul bordo esterno della suola. Analogamente, un pronatore sfrega la parte interna della scarpa. Un runner con un piede neutro sfrega la parte esterna del tallone e il mesopiede.

Scarpe da running: come sceglierle in base alla superficie?

Hai individuato la taglia e il tipo di piede, il punto successivo è quello di scegliere una scarpa adatta alla superficie su cui correrai. Le scarpe da uomo per correre sull’asfalto e su altre dure superfici urbane devono essere morbide e ammortizzare bene il piede. Le scarpe da corsa su strada si distinguono per la loro suola spessa e flessibile e per il battistrada piatto.

Se ne hai la possibilità, evita l’asfalto e scegli i percorsi sterrati (parchi, argini dei fiumi, campi). Sono molto più delicati per le articolazioni.

Preferisci il bosco alla giungla urbana? Scegli le scarpe trail running da uomo. Sono pensate per correre su superfici morbide, per cui non ammortizzano come le scarpe da strada. Presentano una suola con un battistrada ben marcato e numerose scanalature per aumentare l’aderenza sulle superfici morbide. Più difficile e vario è il terreno su cui correrai, più visibili saranno le incisioni sulla suola.

Se invece sei alla ricerca di scarpe running da donna, dai un’occhiata all’articolo in cui consigliamo come sceglierle.

Artykuł Scarpe running uomo: quali scegliere? Una manciata di consigli pratici pochodzi z serwisu Blog escarpe.it.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Generated by Feedzy